La Sala delle Asse (sala VIII nel Museo d’Arte Antica)

Non a Galeazzo Maria ma al fratello Ludovico il Moro si deve la Sala al piano terra della Torre Falconiera. Qui opera il genio di Leonardo da Vinci, che inventa per una sala chiusa un pergolato composto dal fitto intreccio di sedici alberi, che lascia solamente intravvedere brani di cielo. Sulle pareti  della sala frammenti a monocromo mostrano rocce divelte da radici d'albero e un paesaggio.
Tre targhe  celebravano sulla volta episodi fondamentali del governo del Moro: l'alleanza con l'imperatore Massimiliano, stipulata grazie al matrimonio della nipote Bianca Maria Sforza nel 1493 con il sovrano stesso, la conferma del titolo ducale nel 1495 e l'aiuto richiesto dal Moro all'imperatore Massimiliano per contrapporsi al re di Francia Carlo VIII. Una quarta targa, abrasa durante i restauri degli anni Cinquanta del Novecento, ricordava invece la resa di Milano al re francese Luigi XII e venne aggiunta dopo la fuga del Moro nel 1499. La scoperta di questo ciclo affrescato, uno dei più preziosi di Milano, avvenne nel 1893-1894.